Start up #1: per gestirla prendiamo spunto dalla grande impresa

Conoscere la struttura di una grande impresa può essere molto utile per gestire una start up. Questa settimana parliamo di come prendere spunto dalla tesoreria per gestire al meglio il proprio business.

Conoscere la struttura di una grande impresa può essere molto utile per gestire una start up. Questa settimana parliamo di come prendere spunto dalla tesoreria per gestire al meglio il proprio business.

Chi ha avuto modo di vivere la grande impresa sa che l’organizzazione e la divisione per funzione è inevitabile per la gestione efficiente dell’esercizio di impresa. Alla divisone per funzione deve necessariamente seguire un’importante attività di coordinamento e integrazione per area aziendale perché l’azienda non è altro che un insieme coordinato e allineato di funzioni che hanno lo stesso obiettivo: minimizzare i costi e aumentare i ricavi, oppure, in termini gestionali, ridurre le inefficienze con attività correttive al fine di aumentare la profittabilità aziendale. 

casf flow art1

Il volume di transazioni, il numero di dipendenti, l’organizzazione dislocata territorialmente, funzioni cross e funzioni dedicate fanno sì che la multinazionale segua un’organizzazione per funzione aziendale con responsabilità ben definite. La stessa attività di coordinamento tra funzioni può essere affidata ai responsabili delle singole funzioni o in capo ad una figura interna ben definita identificata nel ruolo del direttore operativo. MIME Club: composto da figure professionali che operano con passione -->

Ogni idea parte da un business plan

Definire la struttura organizzativa della grande impresa, scorporandola per funzioni aziendali, cercando di individuarne l’esigenza della struttura per funzione, è un esercizio utile per meglio comprendere aspetti organizzativi e gestionali da non trascurare nella gestione della start up.

Ogni idea imprenditoriale deve partire dalla stesura di un business plan: prima di intraprendere un esercizio di impresa, vanno valutati tutti gli aspetti dell’investimento [mercati, prodotti, team, struttura organizzativa, struttura dei costi, ecc.] stimandone il ritorno. Tuttavia, un aspetto spesso dimenticato in fase di stesura del business plan è l’analisi e la pianificazione finanziaria operativa, aspetto indispensabile soprattutto in un periodo di crisi.

Non dimenticare la pianificazione operativa

L’errore più comune, all’inizio di un’attività, è quello di concentrarsi sulla pianificazione strategica di medio-lungo periodo tralasciando aspetti operativi di medio-breve termine. Il modo corretto per procedere è quello di effettuare la pianificazione aziendale strategica parallelamente alla pianificazione aziendale operativa. Per iniziare un esercizio di impresa è importante sapere cosa si vuole, ma è altrettanto importante sapere quali mezzi finanziari servono per poter operare nel medio-breve termine.

La grande azienda dispone di risorse/strumenti finanziari e di un accesso al mercato finanziario privilegiato, oltre che di una forza contrattuale che le permette di gestire al meglio l’operatività aziendale rispetto alla piccola impresa. Tuttavia, anche la grande impresa ha una funzione dedicata all’attività di gestione e pianificazione finanziaria. Per capire l’importanza della gestione finanziaria in una start-up, è opportuno partire dall’analisi dell’esigenza, nella grande azienda, di una funzione aziendale dedicata alla gestione dei flussi monetari.

 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Inga Ivanov / Imprenditorialità

Effettua il login per lasciare un commento!