Chi sostiene l'export Ict?

Attraverso uno studio effettuato da Itif e pubblicato nel rapporto "Contributors and detractors: ranking countries' impact on global innovation", sono stati analizzati i dati relativi all'export del settore dell'Information and communications technology, per capire quali sono i fattori principali che portano l'Ict verso l'estero.

Attraverso uno studio effettuato da Itif e pubblicato nel rapporto "Contributors and detractors: ranking countries' impact on global innovation", sono stati analizzati i dati relativi all'export del settore dell'Information and communications technology, per capire quali sono i fattori principali che portano l'Ict verso l'estero.

2016-04-04-Export-a
Si deve trattare di elementi importanti, se hanno portato, nel 2014, Germania e Olanda ad esportare, rispettivamente, beni per 67 e 61 miliardi di dollari, con la Repubblica Ceca terza ma molto distaccata (23 miliardi di export).
Mime Club: investi nel tuo futuro--> Risultato di questa indagine è che il merito di questo successo è da ricercarsi negli investimenti in venture capital e nella sempre più forte presenza di laureati in materie scientifiche. Ovviamente, esistono anche altri fattori fondamentali ma, se si considerano non solo Germania e Olanda, ma anche Francia e Regno Unito, che si trovano nella top five, si nota come Berlino, Parigi e Londra primeggino in innovazione, anche se si restringe il campo agli investimenti in fase di startup ed early-stage. Unica eccezione è Praga, che si trova in fondo alla classifica, con solo 14 milioni di euro raccolti dalle aziende innovative ceche nel 2014.
Più o meno lo stesso risultato riguarda lo studio delle materie scientifiche: se, infatti, è alto, allora salgono anche le esportazioni Ict.
Un altro elemento che dovrebbe essere degno di nota è rappresentato dagli incentivi alle aziende che investono in R&D ma, sebbene la Finlandia, che con i suoi 1.893 euro pro capite è la nazione che nel 2015 ha speso di più per sostenere i ricercatori, si trovi al 17simo posto nella classifica dell'export di beni tecnologici.
E l'Italia? Come se la cava in questa speciale classifica? Il Belpaese è al nono posto per investimenti VC nel 2014 con 720 milioni raccolti e al 14simo per laureati in materie scientifiche, appena il 7,4% nel 2015. Tradotto in numeri, si esportano poco meno di 9 miliardi di export Icti, che collocano l'Italia al nono posto in Europa.

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Vera Moretti / Imprenditorialità

Effettua il login per lasciare un commento!