Vintage, che passione! Nei mercatini rivive il tempo che fu

Quante donne, almeno una volta nella vita, non hanno sentito l’irrefrenabile desiderio di vestire i panni di  Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany? I mercatini vintage sono la soluzione ideale: adatti a tutte le tasche, i migliori popolano tutte le principali città italiane ed europee.

Quante donne, almeno una volta nella vita, non hanno sentito l’irrefrenabile desiderio di vestire i panni di  Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany? I mercatini vintage sono la soluzione ideale: adatti a tutte le tasche, i migliori popolano tutte le principali città italiane ed europee.

Gonne svolazzanti e strette in vita, accessori sgargianti, ma anche auto d’epoca, vini prodotti nelle annate migliori e tutto quello che riguarda i secoli passati senza necessariamente essere circoscritto al Ventesimo, sono definiti vintage: oggetti di culto considerati tali per ragioni di cultura o costume. Non serve affatto abbandonarsi alla malinconia dei tempi andati e che mai più torneranno, perché in tutto il mondo sono sorte delle vere e proprie associazioni devote a quelli che furono gli anni d’oro della spensieratezza giovanile, quelle epoche in cui il solo tenersi per mano costituiva quasi uno scandalo, ma che rendeva tutto più eccitante. MIME Club: aggregati-->

vintage articolo

Il vintage non è l’usato!

Importante, per gli appassionati, è non cadere nell’errore di accomunare il vintage con l’usato. Queste due tipologie, infatti, differiscono molto tra di loro in quanto la caratteristica principale del primo non è tanto quella di essere stato utilizzato in passato, quanto piuttosto il valore che progressivamente ha acquisito nel tempo per le sue doti di irripetibilità con gli stessi standard qualitativi in epoca moderna. Il vintage, inoltre, si caratterizza per aver segnato profondamente alcuni tratti iconici di un particolare momento storico della moda, del costume, del design coinvolgendo e influenzando gli stili di vita.

I must dove andare, da Roma a Milano…

Si può considerare come un vero e proprio state of mind e per questo motivo sono sorti a Milano come a Roma, a Londra come a Parigi, dei mercatini atti a soddisfare le esigenze di chiunque volesse compiere un balzo nel passato ed assaporarne l’essenza. Così, passeggiando per le strade di Roma è possibile imbattersi nel Borgetto Flaminio, un mercatino in prossimità di Villa Borghese aperto tutte le domeniche mattina, che offre al cliente che ha a disposizione un generoso budget, capi griffati e di tendenza. Ma c’è anche il classico Porta Portese, in cui si trova veramente di tutto. E ancora, a Milano non potrete non notare il 20134 Lambrate, negozio specializzato in abiti e accessori vintage dagli anni venti agli anni ottanta; o il Nana’s Thrift Store, una piccola boutique vintage in via Tortona nata nel 2005 e gestita da una dei primi volti storici di Mtv Italia, Nanà, appunto.

…fino a Londra e Parigi

Se poi è in programma una gita fuori porta a Londra, una tappa obbligatoria sarà certamente costituita dallo One of a Kind Too, uno degli store village più famosi di Portobello Road, ideale per fare acquisti con le celebrity. E se magari siete a Parigi, lasciatevi ammaliare e coccolare dal Marché aux Puces de Montreuil, presso l’Avenue de la Porte de Montreuil, è uno degli storici mercati vintage del luogo: nato nel 1960, è un vero e proprio tesoro della moda francese, il luogo adatto per cercare capi firmati. D’altronde, nessuno sarà in grado di soddisfare le esigenze delle fashioniste più della capitale della moda!

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Federica / Moda&Tendenze

Effettua il login per lasciare un commento!