Greenshowroom: a Berlino la moda diventa etica

Etica e sostenibilità per una moda consapevole, che tuteli ambiente e diritti dei lavoratori: da Berlino parte il futuro del fashion con il Greenshowroom e l'Ethical Fashion Show

Etica e sostenibilità per una moda consapevole, che tuteli ambiente e diritti dei lavoratori: da Berlino parte il futuro del fashion con il Greenshowroom e l'Ethical Fashion Show

Dal 2 al 4 luglio a Berlino si è svolto, per la seconda volta nel 2013, l'evento Greenshowroom, collegato all’Ethical Fashion Show. L’idea visionaria dei suoi fondatori è quella di innovare la moda street e casual promuovendo principi di etica e sostenibilità come concetti cardine del mondo fashion. Lo richiede la coscienza umana: curare l’ambiente, proteggere la natura e rispettare i diritti dei lavoratori e degli esseri umani in quanto individui.

Tutto venduto, tutto prenotato, per un totale di 74 brand di moda sostenibile provenienti da diversi parti del mondo: Bangladesh, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Gran Bretagna, India, Irlanda, Italia, Olanda, Peru ecc. Paesi sviluppati e Paesi in via di sviluppo che provengono da culture diverse uniti dall’idea di un mondo eco and social friendly. Si tratta per lo più di piccoli brand o di brand poco noti.

Quando il fashion si sposa con l'etica

Quello di Berlino, con oltre 100 stand, è oggi il maggiore showroom europeo che promuove la moda etica ed ecologica. Un concetto rivolto perlopiù alle aziende produttrici, lasciando alla coscienza del consumatore l’opzione di contribuire alla sostenibilità ambientale e sociale optando per l’acquisto di un capo di abbigliamento prodotto seguendo regole green

Evento urbano per eccellenza, il Greenshowroom seleziona i brand seguendo principi di valutazione che si basano su aspetti come la sostenibilità - protezione dell’ambiente, responsabilità sociale. I brand che passano l’esame devono dimostrare di aver rispettato almeno un requisito ecologico ed almeno un requisito sociale – l’ecologia - promozione delle risorse energetiche rinnovabili, utilizzo efficiente delle risorse con l’obiettivo di minimizzare gli sprechi, riciclo/riuso, investimenti in ricerca e sviluppo – tematiche sociali - rispetto dei diritti umani e la dignità dell’individuo, promozione dell’artigianato, promozione di un compenso monetario equo che permetta una vita dignitosa del lavoratore – la trasparenza: comunicazione chiara della strategia di sostenibilità, cooperazione con altre persone giuridiche volta alla promozione della moda sostenibile, trasparenza della catena produttiva partendo dalla scelta dei fornitori. MIME Club: iscriviti-->

“L’evento è la dimostrazione che le cose possono essere fatte diversamente, dimostrando in diversi modi che l’alta moda e la produzione sostenibile possono coesistere”, ha detto Olaf Schmidt, Vice Presidente di Textiles & Textile Technologie, Messe Frankfurt. 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Milano Metropolitan / Moda&Tendenze

Effettua il login per lasciare un commento!