Io, nella Vita, voglio Essere                                                                                                                           

Non avevo mai corso in tutta la mia vita. Perché i 15 minuti sul tapis roulant dopo la sala pesi non possono essere considerati "corsa".

Non avevo mai corso in tutta la mia vita. Perché i 15 minuti sul tapis roulant dopo la sala pesi non possono essere considerati "corsa".

 

2015-01-19-corsa-motivazione-vita-milano-56643515-A

Poi ho scoperto che lei, la corsa, non è solo noia e battiti accelerati, e sarebbe riduttivo persino considerarla semplicemente una maniera ideale per bruciare calorie. La corsa, infatti, è soprattutto un modo per migliorare molto lati del nostro carattere. Esatto, perché durante quei momenti abbiamo la possibilità di smaltire la tensione accumulata, riflettere e rielaborare i nostri comportamenti. Provate ad affrontare una sessione di corsa, preferibilmente al mattino, e vi prometto che affronterete la giornata in maniera migliore.
Da quando ho compreso gli effetti benefici di questa attività, non ho più smesso di praticarla: sono passato dal correre 30 minuti ai 40, poi ho continuato per un'ora, due, affrontando una pioggia che, a lungo andare, mi rinvigoriva, sfidando il sole d'agosto che, paradossalmente, mi rafforzava, finché qualcuno, ipotizzando che lo facessi solo per motivi di linea, mi ha chiesto perché corressi così tanto.
"Correre la mattina è inconcepibile e, poi, non devi certo partecipare ad una maratona"- è stata la frase che ho ascoltato maggiormente negli ultimi mesi della mia Vita.

Torno un po' indietro nel tempo, a circa due anni fa, il periodo in cui ho intuito che le parole avevano il potere di dare forma alle sensazioni che percepivo intorno e dentro di me - ma la maggior parte di quelli che mi conoscevano mi suggerivano di smetterla di perdere il mio tempo in un'utopia fatta di bic, emozioni e fogli di carta, perché "le persone, nella vita reale, hanno lavori normali e non diventano scrittori."

Vi rivelo alcuni cambiamenti avvenuti nell'ultimo periodo della mia vita.
Ricordate la corsa? Mentre correvo, un giorno, ho avuto la fortuna di conoscere altri ragazzi che si divertivano a percorrere le vie ed i parchi della città. E, malgrado il mio scetticismo iniziale, posso dire che, da aprile in poi, sarò felice di rispondere ai loro inviti a partecipare alle diverse maratone che organizza la città.
Ora, invece, vi chiedo di riflettere sul fatto che, nella vita reale, le persone hanno lavori normali. Sarà, ma al momento io ho la possibilità di esprimermi all'interno di un progetto che sta crescendo di giorno in giorno, un progetto che rende la scrittura la mia normalità. Ed è fantastico.

Queste mie piccole o grandi novità - dipende da che punto si osserva la Vita, mi hanno aiutato a cogliere alcuni aspetti della Vita stessa. Di Lei, della Vita, ho capito che è qualcosa che ti offre la possibilità di diventare ciò che senti di essere. Sì, avrà migliaia di difetti, la Vita, ma se vuoi ottenere davvero qualcosa, durante questo cammino puoi realmente ottenerla. E, l'aspetto migliore, è che dipende da te.
Credo che ognuno di noi nasconda qualcosa di prezioso, dentro. E, dentro, bisogna saper guardare e comprendere dove quella fiamma nascosta possa divampare completamente. Non è semplice, certo, ma se impareremo a lavorare su noi stessi, se ignoreremo lo scetticismo di chi non vuole o non sa guardare, se affronteremo i nostri limiti invece di rifuggirli, beh, probabilmente riusciremo a diventare quello che vogliamo - probabilmente riusciremo ad essere noi stessi.
Proviamo ad adottare l'atteggiamento giusto e rendiamo la nostra Vita migliore. Perché, nella Vita, ho capito che se vogliamo, possiamo. E allora facciamolo.

 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Daniele Scalese / City Life

Effettua il login per lasciare un commento!