Just another wrong place                                    

Ho di nuovo te, ho di nuovo tutto.

Ho di nuovo te, ho di nuovo tutto.

 uomo-amore-notte

Un pavimento che conosco, una sedia blu a cui sono abituato, un mucchio di soldi che si nascondono tra le tasche per poi disperdersi su quel pavimento.
Sono l'uomo sbagliato nel posto sbagliato, qui, immobilizzato a quella sedia, intrappolato da una corda tesa ed ai cattivi presagi - qui, nel luogo più apparentemente sicuro che conosca, mentre ascolto una parte di me che spera di farcela ancora ma quella canna di pistola resta ferma puntata sul cuore.
Sono l'uomo sbagliato nel momento sbagliato, l'uomo che ha chiuso gli occhi, ha sognato, si è risvegliato. Ti ho amata, ti ho persa, ti ho ritrovata. Poi, quando i tuoi baci hanno riacquistato forma e consistenza, ho conosciuto Roberto. Sì, mi dice di chiamarsi così l'uomo che mi ha seguito sin dentro il nostro appartamento e, ora, sta per allontanarmi da te ancora una volta.
Proprio ora, già.

Vivo, vivissimo, ero riuscito a dimostrartelo - sì, la gente può cambiare le cose e uno sguardo può ritornare a osservare - era bastato starti di nuovo accanto, sfiorarti la mano, vederti sorridere al tramonto.
Il tramonto è già svanito da un pezzo quando sto tornando a casa dalla donna che sto amando per la seconda volta. E non vedo l'ora di rivederti e sono qui, a pochi passi dal nostro appartamento, finché mi attraversa un brivido nero, qualcuno mi afferra per un fianco - si è fermato il vento, e i colori sono svaniti all'improvviso. Alzo gli occhi e un uomo sta puntando una pistola carica contro di me. Lo osservo mentre avverto quel sapore strano nel cuore - quando scorgo il suo, di cuore, le sue palpitazioni frenetiche mi avvertono che sta per farlo davvero. Ricordi quanto detestavi lavorare di notte? Beh, lavorare stanotte ti sta salvando la vita, e prego tu possa tornare a casa il più tardi possibile. Ma che sarà della mia (vita)?

Non posso farlo, non posso morire adesso.

"Perché lo stai facendo?" - chiedo a quell'uomo in un momento di lucidità.
-"Perché non dovrei?" - mi risponde Roberto. Che è lì che osserva me e la pistola, prima me e poi lei, poi lei e poi di nuovo la mia fisionomia fragile.
"L'hai mai fatto, hai mai ucciso?" - gli chiedo, ed i suoi occhi mi accecano illuminandosi di nero. "Hai bisogno di soldi, amico?" (lo chiamo così, perché in un altro momento lo sarebbe stato), lui dice "no" con la testa. "Sei mai stato innamorato?" - continuo io.
"Perché vuoi saperlo?" - mi dice agitando quell'arma pronta a cantare a pochi centimetri dal mio stomaco.
"Hai sbagliato i tempi, Roberto. Qualche tempo fa, quando la mia vita aveva perso di significati, non avrei avuto niente in contrario, davvero, anzi, saresti stato il benvenuto. Ma ora no. Non dopo che ho ritrovato la donna che amo. Ed ora, davvero, non puoi rovinare tutto - dico sul serio. Fa quello che vuoi, prendi i miei soldi, non ne ho bisogno, ma non privarmi di lei ora, non privarmi, di lei, di nuovo."

Noto una sfumatura differente nel suo sguardo, un bagliore di luce, un frammento di Vita.

Poi, il rumore di uno sparo infrange l'atmosfera.
Quante volte l'avete sentita la storia della luce in fondo al tunnel, "non seguire quella maledettissima luce!" - dicono nei film. Beh, non è credibile. E' tutto così morbosamente nero, qui, quando si muore. Perché sto morendo, o almeno credo.

Finché avverto un'aria nuova e tiepida - la luce del sole penetra dolcemente nella stanza, i colori riaffiorano nitidi sulle pareti e sul mio volto confuso.
Ho un forte dolore alla testa, ho smarrito il ricordo, ho perduto tutto ciò che è accaduto in quella stanza, in quell'appartamento. Ma sento di essere vivo, sì, sono più vivo che mai, e quando alzo lo sguardo, quell'uomo non c'è più.
Poi, avverto un rumore di passi, e temo che lui sia tornato, che lui si sia ricreduto. Ma, davanti a me, inaspettatamente vedo il tuo volto, il volto della donna che amo. E il tuo cuore accanto al mio che sta ancora battendo.

 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Daniele Scalese / City Life

Effettua il login per lasciare un commento!