Alvaro #1                                                      

(La chiamo io, miss Ratajkowski)

(La chiamo io, miss Ratajkowski)

 Parte uno

2015-05-19-dubbio-incertezza-84870668-a

"Hey, man, ti vedo teso... rilassati... è solo una partita di calcio!"
-"Vorrei vedere te in una situazione del genere, Giò.""Da quanto non raggiungete la finale?" - mi chiede lui con poca discrezione.

-"12 anni."
"Immagino abbiate vinto l'ultima volta..."
-"Non lo abbiamo fatto. Abbiamo perso le ultime 3 finali di Champions... (già)... Comunque, Giò, manca un'ora alla partita. E credo che tu debba andare" - devo sembrargli un po' scortese, certo, ma capirà.
"Mi sembra di intuire che non rinunceresti a questa partita per niente al mondo, vero?"
-"Puoi starne certo, amico!" - ribatto fiero di me.
"Nemmeno se avessi la possibilità di incontrare... la donna dei tuoi sogni?..."
-"Giò, sei patetico! E mancano 55 minuti. Comunque, non rinuncerei a questa partita persino se mi chiedesse di uscire, ora, Emily Ratajkowski!"
"Quindi, se ora lei ti contattasse, tu le diresti "Spiacente, baby, ma stasera proprio non posso! Ti richiamo io!"
-"Qualcosa di simile, sì."
"Oh, peccato. Rispondo io per te, allora..."

-"....Che significa?..."

"Niente di importante. Ti mostro solo un messaggio che ho ricevuto qualche minuto fa" - risponde Giò con fare saccente.
-"Su, Giò, falla finita considerando che mancano... 53 minuti e 20 secondi alla partita! Cos'è che devo leggere?"
"Questo." - dice lui indicando quel testo sullo smartphone. "Hey, Italian friend! Come stai?! Sono in Italia - sono a Milano fino alle 11 di questa sera. Passerelle, sfilate, eventi - sono stressata, ho litigato col mio agente! Perché non mi presenti un amico che migliora il mio umore?! Un amico italiano."
Inviato da Emily Ratajkowski.

-"E' un fake. Sparisci, Giò. "
"Ma smettila!"
-"E'... E' un tranello! Sappi che il tuo scherzo è davvero di pessimo gusto!"
"Io e Emily siamo amici dalle riprese di Blurred Lines con Robin Thicke... quell'uomo le aveva messo gli occhi addosso e lei... vabbè, questa è un'altra storia e, comunque, le dico che non puoi... e mancano 51 minuti alla partita. A presto, Dannyboy..."
-"Mmm Giò... non è che mi lasceresti il suo numero? ...magari la chiamo un altro giorno..."
"Ok..."

Poi, Giò va via ed io resto, da solo, in compagnia dei miei morbosi interrogativi...

Eccomi qui, allora, di fronte alla scelta più complicata della mia vita. Da un parte c'è lei, la mia squadra, pronta a lottare per arrivare in finale... dall'altra c'è la donna dei miei sogni, Emily Ratajkowski. Squadra o Emily Ratajkowski, Emily Ratajkowski o squadra?! Ho sempre detestato dover scegliere!!

Poi, una notifica da whatsapp. Saranno i ragazzi della curva, anche loro in ansia per la partita.
"Hey, Dannyboy! Giò gave me your number! My name is Emily! E... ti va di vedermi?!"

Hey, amico, rilassati! Ci sono anche quelle dannate striscette blu - sei fregato, devi risponderle! Ok.
"Hi, Emily. Where are you now?" - le scrivo mentre la tv mostra impietosamente le squadre che stanno per entrare in campo. Fa che non risponda, fa che non risponda (l'ultima volta, questo atteggiamento ha funzionato...)
"I'm in Porta Romana!"
Oh, perfetto! C'è Emily Ratajkowski - la donna dei miei sogni, a 200 metri da me mentre chiede di vederci. Tutto ciò è... terribile - penso mentre inizia la semifinale...

Pensa pensa pensa! Sfrutta la situazione a tuo vantaggio! Ora vai, raggiungi quella donna velocemente, le fai compagnia ma in un locale dove trasmettono la partita! Lo sanno tutti che Emily Ratajkowski va matta per le semifinali di Champions League... probabilmente...

(Continua)

 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Daniele Scalese / City Life

Effettua il login per lasciare un commento!