Gimme some sugar, baby #2                                                

(Seconda parte)

"Amico, siamo qui che aspettiamo da ore... possiamo girarla questa scena o no?" - tuona, arrogantemente, il divo delle casalinghe George Bustos.

(Seconda parte)

"Amico, siamo qui che aspettiamo da ore... possiamo girarla questa scena o no?" - tuona, arrogantemente, il divo delle casalinghe George Bustos.

spiaggia-onde-vintage

"Non ti intromettere, Georgie - ci penso io" - lo interrompe Lorene.
-"Lo chiami così, "Georgie"...siete già usciti a cena o cosa?" - chiedo, agitato, alla donna che amo.
"Sarebbe un'ottima idea..." - risponde lei mentre mi osserva gelidamente.

Perché mi fai questo, Lorene!?

Coraggio, filmiamo questa scena: è l'unico modo per chiudere tutto e andare via, il male minore per il mio cuore malandato.

"Come ti senti, Sergio? Sei carico per la scena?" - domanda il mio assistente, Guidetti. Io faccio cenno con la testa - non devo apparirgli molto convinto a giudicare da come mi osserva, lui, ora. "Ricordi come si compone la sequenza, vero? Allora: Lorene fugge lungo la strada finché si ferma a metà cammino. Poi, all'improvviso, compare una macchina all'orizzonte - quella macchina, lentamente si avvicina a Lorene quando, dall'abitacolo spunta il volto irresistibile del nostro George che, sorridendo, la guarda e le dice..."
-"Dammi un po' di zucchero, baby!" - interrompo Guidetti in maniera seccata. "E quei due si baciano. Titoli di coda, insulsa musica d'amore in sottofondo, fine. Lo conosco perfettamente l'epilogo di questo film! Ma chi ha avuto il coraggio di scriverlo?!" - domando a quell'uomo. "Già, dimenticavo, l'hai scritto tu... Comunque dai, di a quei due di prepararsi che filmiamo... ok?" - continuo sotto il suo sguardo imbarazzato.
Finché sento bisbigliare qualcosa dalle sensuali labbra di Lorene... che si rivolge, ancora, a quell'uomo, George. Lui sembra ammiccarle - troppo facile, amico, con quei pettorali! Impulsivamente, corro a dividere quei due!
-"Lorene, ho bisogno di parlarti! Fuori dai piedi... Georgie!" - esclamo.
"Cosa c'è, ora, Sergio?!" - domanda lei visibilmente seccata.
-"Sei sicura di voler fare questa scena!? In fondo, sono il regista e posso modificare il copione! Ma certo, rivoluzioneremo il finale: mentre tu corri per la strada, quella macchina viene verso di te finché... lei esplode! Sì, la macchina esplode ed il personaggio di George non sopravvive alla tragica circostanza! Che ne pensi? Non trovi che sia un'idea fantastica?" - le domando mentre lei mi osserva perplessa.
"Dici sul serio?!" - ribatte lei non così convinta.
-"Ma certo! So come trovare il budget per realizzare l'esplosione - peraltro, non occorre nemmeno uno stuntman, considerando che un uomo coraggioso come George non si tirerà mai indietro dinanzi ad una prova del genere! Anche se con le esplosioni non bisogna mai scherzare - non vorrei mai che..."
"Sergio!! Smettila di farfugliare e giriamo questa scena così come prevede lo script!! Ora!!" - ordina Lorene.
Ok, mi arrendo... o forse no! Convoco il mio assistente, - "Guidetti, ho un'idea... ricordi di quel personaggio inserito dal sottoscritto ed interpretato ...sempre da me?.." - quell'uomo sembra lievemente spiazzato dalle parole che seguono ma, in fondo, il regista sono io. "Giriamo" - continuo a dir lui che, perplesso, acconsente alla mia richiesta. "Georgie, puoi andare finalmente a casa, ora! Sciò, sparisci!" - dico a quell'uomo che, sorpreso, abbandona il set.
-"Ragazzi, pronti a filmare! C'è un piccolo cambio nella sequenza ma tutto sotto controllo! Tu, Guidetti, occupati delle inquadrature... ee... Ciak, azione!!"

"Gimme some sugar, sequenza finale: azione!"
Mentre Lorene avanza lungo la strada, quella macchina appare all'orizzonte finché, dall'abitacolo, ecco il vostro Sergio! Lorene sembra molto sorpresa dal vedermi - io amo sorprendere le donne! ...finché: -"Dammi un po' di zucchero, baby..."
"Sei patetico" - risponde lei a bassa voce mentre la telecamera non inquadra il suo volto contrariato.
-"Lo faccio per te, dolcezza." le dico mentre le rubo il secondo bacio da quando la conosco. Ne arriveranno altri 12 nei successivi 10 minuti - sono un perfezionista e quella scena andava fatta per bene ;)

Lei, Lorene, appare indispettita, ora, ma lo sappiamo tutti che le cose, nel tempo, possono cambiare... io non demordo e, in fondo, "Rome wasn't built in a day...".

 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Daniele Scalese / City Life

Effettua il login per lasciare un commento!