Daniele Volo #2                                                      

(Seconda parte)

Ragiona, Daniele, ragiona. I secondi trascorrono. E diventano minuti. Devo sbrigarmi. Il tempo che scivola altrove quando non dovrebbe... ecco, ci sono!

(Seconda parte)

Ragiona, Daniele, ragiona. I secondi trascorrono. E diventano minuti. Devo sbrigarmi. Il tempo che scivola altrove quando non dovrebbe... ecco, ci sono!

vecchia-macchina-scrivere

"A volte i minuti non sono minuti, sono reincarnazioni di vite. Nell'attesa, sono già rinato mille volte. Ho percorso tutta la catena alimentare. Sono stato zanzara, armadillo, elefante..."

E' perfetta, sì. Profonda, densa di significati e metafore... perfetta.

Drin drin. Di nuovo quel telefono.

"Dani!"
-"Enzo?! ...Ah, ricordo..."
"Siamo a casa di Carlo... e la partita sta per iniziare... ti sbrighi o no?!" - mi esorta quel mio caro amico.
-"Enzo, amico mio... Non posso guardare la partita da te, stavolta..."
"Cosa avrai mai di così importante da fare? Non c'è niente di più importante della partita!!"
-"Mmm sì, sono d'accordo... ricordi, però, il romanzo che sto elaborando?"
"Certo... quella... "cosa" "
-"Esatto, la "cosa" ...Beh, l'introduzione ha riscosso un successo clamoroso ed ora devo sbrigarmi a consegnare il primo capitolo... salutami i ragazzi, Enzo... ciao!"

Drin Drin. Di nuovo. Stai calmo.
-"Pronto?!"
"Dani, amore mio!! Hai mangiato?!"
-"...Mamma!! ...sì, cioè, no, lo farò dopo!"
"E che è successo?! Non mi stai mica dimagrendo troppo?!"
-"No, mamma! Devo solo scrivere il mio romanzo!! Lasciatemi scrivere il mio romanzo!!"

La vecchia ha riattaccato, per fortuna. Allora, scrittore, concentrati. Stavamo parlando di amore... il mio libro deve essere in grado di emozionare e far riflettere, porre interrogativi e fornire le risposte più profonde... L'amore, allora...

"L'amore? Non si cerca. Non si aspetta. Non si sceglie. Nasce per caso, quando meno te lo aspetti.
Arriva e basta! ...arriva nel giorno più triste, nel periodo più buio o addirittura quando hai perso le speranze e non lo desideri più. E' proprio così, l'amore non avvisa mai."

Ok, credo sia un grande ragionamento... Qualche altro periodo e quel capitolo dovrebbe essere pronto. Poi, non resta che inviarlo a Feltrinolli.
Lo faccio.

Drin drin. Ancora quel telefono.
"Daniele!!"
-"Mi dica, Feltrinolli... qualcosa che non va?"
"Ho appena letto il capitolo e... l'ho divorato, è fantastico! Continua così, Daniele!"

Sì!!

Lo faccio. Per una settimana scrivo continuativamente finché quel romanzo, costruito col cuore e con l'anima, conosce il suo epilogo.

....2 SETTIMANE DOPO

Sono oramai trascorsi 14 giorni da quando ho inviato a Feltrinolli le ultime parole del mio romanzo e sono molto agitato considerando che quell'uomo non ha ancora risposto. E se qualcosa fosse andato storto? Forse ho commesso un errore nell'inserire quella considerazione sul fatto che tutti noi siamo un'opera d'arte, o probabilmente è stata la frase sui dinosauri... sì, è tutta colpa di quei maledetti dinosauri!!

Drin dron. Ho cambiato suoneria. Devo rispondere, in ogni caso.

-"Mi dica Feltrinolli..."

"Ho letto da qualche parte che il vero motivo per cui si sono estinti i dinosauri è perché nessuno li accarezzava. Bisogna sperare che l'uomo non faccia lo stesso stupido errore con le donne." - dice lui. Sono le parole conclusive del mio romanzo e Feltrinolli le sta ripetendo.
"Scusami se piango ma è' il finale più bello che abbia mai letto, Daniele... voglio solo dirti che il tuo romanzo verrà pubblicato. Ce l'hai fatta, amico mio. Tu sei un genio!"

 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Daniele Scalese / City Life

Effettua il login per lasciare un commento!