Recensione del film “Non sposate le mie figlie!”: l'amore globalizzato

"Qu'est ce-qu'on a fait au bon Dieu?" è il titolo originale di Non Sposate le mie figlie, film del 2014 approdato nelle sale cinematografiche italiane il 5 febbraio 2015, frutto di Philippe de Chauveron che ne conduce la pellicola con un referto di schermaglie spassose, episodi farseschi in famiglia, battute pizzicanti tra i generi – tutti multietnici – e cliché umoristici, per 97 minuti di comicità accompagnati dalla soundtrack composta da Marc Chouarain.

By Alka Badea / Arte

Arriva "al momento giusto"                              

Raniero Iafanti è un vero artista: cantautore carismatico, poeta dall'estro che ha innamorato moltissime lettrici e lettori. Da giovane spiccava in lui la dote per il disegno, dopo si affinò il talento per la musica a cui si consacrò, grazie anche alle lezioni di chitarra impartitegli da Alessio Maglione - del quale parlerà nell'intervista - e finalmente nel 2015 abbraccia anche la poesia, contemporanea e verace da incarnirsi nel cuore, ch'è una profusione di sensazioni e un rigoglio d'emozioni ad ogni sfogliare di pagina.

By Alka Badea / Arte