Relax in città #2: arrivare sani e salvi al Natale

Nel periodo natalizio, oltre alla quotidianità, ci troviamo a dover pensare anche ai regali, al cenone, agli incontri con gli amici...come fare a sopravvivere e arrivare sani e salvi al Natale? Ecco alcuni piccoli consigli per riuscire a godersi questo periodo.

Nel periodo natalizio, oltre alla quotidianità, ci troviamo a dover pensare anche ai regali, al cenone, agli incontri con gli amici...come fare a sopravvivere e arrivare sani e salvi al Natale? Ecco alcuni piccoli consigli per riuscire a godersi questo periodo.

Immersi nella nostra quotidianità, spesso non riusciamo a individuare le priorità e facciamo fatica a delegare. E nei momenti che precedono le vacanze natalizie, questo è spesso fonte di stress.

REGALI Articolo

Imparate a delegare

Per la maggior parte di noi, è naturale preoccuparsi di tutti gli altri, addirittura da trascurare le proprie esigenze, ma se non siete voi stessi in una condizione di benessere psicofisico, non lo è nemmeno chi vi sta vicino. Correre freneticamente in giro durante la pausa pranzo alla ricerca dei regali perfetti prenderà il suo sopravvento sulla vostra salute emotiva e fisica. Delegate ciò che si può... chi dice che dovete fare tutto da soli? Delegare non è sinonimo di deresponsabilizzarvi, né di trascurare, è difficile fare tutto e tutto bene, fidatevi di chi vi può aiutare e non abbiate timore nel chiedere supporto.

Mantenete una visione d'insieme

Si può avere una to-do list lunga un chilometro, ma è davvero tutto importante e tutto urgente? Riponderate la vostra lista e non concentratevi sulle piccole cose. Coordinare diversi aspetti di una situazione spesso può portare il rischio di perdersi in dettagli di scarsa importanza, generando stress inutilmente. È bene tornare ad avere un pensiero analitico e sintetico, fermarsi spesso per avere una visione di insieme, riportando il focus sull'obiettivo e domandarsi se gli aspetti che stiamo valutando non siano soltanto secondari o comunque trascurabili.

Via alle tradizioni che non funzionano per voi

Probabilmente avete un'idea del modo "corretto" per celebrare le festività che deriva dalle tradizioni di famiglia, ma i vostri veri desideri quali sono? Chiedetevi come state vivendo questo momento, cosa vi renderebbe felici e non temete il giudizio altrui, voi davvero cosa vorreste, e soprattutto, è davvero impossibile realizzarlo? Non sarà poi la fine del mondo se al solito cenone avrete preferito una notte in SPA tutta per voi, tra massaggi e campane tibetane.

Se non potete permettervelo, non compratelo

Non vale la pena di iniziare un nuovo anno con il conto in rosso solo perché fare regali è un dovere. In definitiva, la cosa più importante di tutte le festività sono i ricordi creati. I vostri compagni, i vostri figli, i vostri amici non potranno mai ricordare il regalo ricevuto in sé, ma si ricorderanno per sempre la convivenza, i momenti trascorsi insieme. Pensate al valore dei gesti e alle emozioni autentiche, tutto il resto è marketing.

Abbracciate l'imperfezione

È naturale desiderare che le cose siano perfette, ma la perfezione è una forma di controllo e il controllo non va mai bene. Relax! Se i bambini vogliono decorare il presepe a loro modo, se il gatto ha distrutto metà degli addobbi arrampicandosi sull'albero di Natale, se i festoni di pino e vischio, non sono appesi in modo simmetrico, da non essere mai presentati in una rivista patinata... è davvero così importante?

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Valeria Gonnella / Fitness&Benessere

Effettua il login per lasciare un commento!