Palestra: i miti da sfatare (seconda parte)

Ancora una volta è nostro compito sfatare alcuni falsi miti della palestra: oggi parliamo di addominali, dolori muscolari e allenamento femminile

Ancora una volta è nostro compito sfatare alcuni falsi miti della palestra: oggi parliamo di addominali, dolori muscolari e allenamento femminile

6)La differenza tra addome alto e basso
Molte "icone" delle sale da peso sostengono la distinzione tra addominali alti, laterali e bassi, che in tal senso andrebbero allenati separatamente. In realtà, l'addome è un muscolo unico! Tuttalpiù, ci sono esercizi che stimolano in maniera leggermente maggiore la zona superiore ed altri la zona inferiore o laterale del retto addominale.


7)Sudare fa dimagrire
Spesso in palestra notiamo alcuni bizzarri individui che vengono soffocati da pancere e diversi strati di felpe. Questo loro ingombrante abbigliamento è dovuto alla superstizione che li convince che sudare farà perdere loro i chili in eccesso. Tuttavia, sudare in maniera esasperata non faciliterà il dimagrimento, ma semplicemente una perdita di liquidi che verranno reintegrati nelle ore successive. Infine, oltre all'inefficacia, un abbigliamento così rigido priverà dell'elasticità che si ha bisogno durante il work-out.
8)I dolori muscolari del giorno dopo sono dovuti... all'acido lattico
Questa convinzione è molto consolidata, poiché sono in tantissimi a credere che quei dolori che si avvertono nei giorni successivi all'allenamento siano dovuti all'azione dell'acido lattico. Tuttavia, l'acido lattico ha un effetto di circa 60 minuti, mentre i bruciori che si protraggono per 2-3 giorni sono i DOMS (indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata), e si devono alle microlesioni delle fibre muscolari ed ai conseguenti processi infiammatori che provvedono alla loro riparazione.
9)Le donne non devono sollevare pesi
Spesso, alcune donne, ipotizzando che sollevare pesi le trasformerà in omoni ipertrofici, si mantengono a distanza dalla palestra. In realtà, per una questione genetica, una donna difficilmente raggiungerà volumi muscolari esasperati e, per chi non ne è al corrente, chi gareggia nelle gare di bodybuilding di alto livello è molto "aiutato" da sostanze steroidi e anabolizzanti. Al contrario, gli esercizi con i pesi consentiranno ad una donna di raggiungere una tonicità invidiabile.
10)Il tono muscolare è direttamente proporzionale alle ore di allenamento
Pensare che un allenamento debba svilupparsi nell'arco di più ore è, ovviamente, errato. Semplicemente perché dopo circa 60 minuti di allenamento i livelli di testosterone si abbassano, mentre si innalzano quelli di cortisolo: il cortisolo è un ormone che inibisce i processi di crescita muscolare e, di conseguenza, proseguire nel work-out diventa controproducente. Un allenamento, per essere ottimale, non deve superare l'ora e deve essere adeguatamente intenso.

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Milano Metropolitan / Fitness&Benessere

Effettua il login per lasciare un commento!