Lo studio delle lingue è ginnastica mentale

Tenere allenata la nostra mente è tanto importante quanto allenare il nostro corpo. Imparare una lingua straniera, specie quelle più ostiche, contribuisce a rafforzare la nostra memoria, oltre ad accrescere la nostra cultura.

Tenere allenata la nostra mente è tanto importante quanto allenare il nostro corpo. Imparare una lingua straniera, specie quelle più ostiche, contribuisce a rafforzare la nostra memoria, oltre ad accrescere la nostra cultura.

 

2015-12-22-lingue-aI vantaggi apportati dallo studiare, e possibilmente padroneggiare, una lingua straniera sono indubitabili. In un periodo di intensa mobilità internazionale come quello attuale, dove soprattutto i più giovani possono accedere a programmi di scambi internazionali scolastici ed accademici come mai si era verificato prima nella bellicosa Europa del passato, conoscere le lingue rappresenta una chiave fondamentale per accedere ad una quantità illimitata di informazioni.
Si potranno inoltre stringere contatti con un numero sempre crescente di persone, arricchendo così notevolmente la nostra cultura e la nostra personalità.

Mime Club: arricchisci il tuo futuro-->

Inoltre, è dimostrato come lo studio di un idioma straniero tenga in costante allenamento il nostro cervello, stimolando la memoria, creando nuove connessioni neuronali, incentivando la curiosità e quindi la sfera motivazionale. Senza poi dimenticare i potenziali sbocchi professionali che le competenze linguistiche possono offrire.
Quando si parla di lingue straniere in Europa, viene spontaneo pensare all'inglese, lingua utilizzata da un elevatissimo numero di europei. Quel che spesso si dimentica è pero il fatto che la lingua di Sua Maestà viene utilizzata come lingua madre in Europa solo nel Regno Unito ed in Irlanda (e nella piccola Malta, sebbene accanto al maltese). La lingua più diffusa nel Vecchio Continente è invece il tedesco, che conta più di 100 milioni di madrelingua in vari paesi: è lingua ufficiale in Germania, Austria, Svizzera, Liechtenstein e Belgio, mentre viene parlata da minoranze anche in Romania ed Ungheria, nonché in Italia. Concentrarsi sullo studio del tedesco si rivelerà un vero e proprio training cerebrale: si tratta infatti di una lingua che combina elementi simili all'inglese (per via di una lontana parentela storica tra i popoli germanici e quelli anglosassoni) con elementi di derivazione latina (a causa della dominazione romana nei territori germanici). Così, si avrà a che fare con una pronuncia tipica delle regioni del nord e per noi ostica (le parole tedesche sono ricche di consonanti!) ma con caratteristiche tipiche delle nostre lingue classiche studiate al liceo. Riuscire a districarsi in questa vera e propria giungla linguistica sarà senz'altro difficile, ma la soddisfazione nel riuscire a comunicare con questa lingua sarà enorme, una volta acquisita la sufficiente dimestichezza con il suo affascinante vocabolario. Inoltre, conoscendo il tedesco si ha accesso ad una dimensione culturale infinita: letteratura, musica, teatro, storia, sono alcuni degli ambiti dove la lingua tedesca ha lasciato delle impronte indelebili nel corso dei secoli.

 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Mauro Carta / Fitness&Benessere

Effettua il login per lasciare un commento!