Quanto è importante lo stretching?

Iniziare una sessione di corsa o di esercizi fisici senza preparare il nostro corpo prima della prestazione può essere causa di fastidiosi problemi muscolari, che possono però essere evitati con pochi minuti di stretching.

Iniziare una sessione di corsa o di esercizi fisici senza preparare il nostro corpo prima della prestazione può essere causa di fastidiosi problemi muscolari, che possono però essere evitati con pochi minuti di stretching.

2016-1-12-stretching-aUna delle reazioni più istintive di ogni essere umano al risveglio la mattina o dopo un periodo di lunga inattività è quella di allungare gli arti e "stiracchiarsi", in modo tale da riattivare gradualmente il corpo e restituire la giusta tonicità ai muscoli. Si tratta di un atteggiamento spontaneo che dimostra quanto sia naturale lo stretching, che si può infatti definire come una serie di esercizi di rilassamento muscolare e di stiramento.

Mime Club: un futuro sempre in forma--> Questa ginnastica è essenziale prima di mettersi in moto, non solo per gli atleti, ma per chiunque pratichi dello sport. Effettuare lo stretching è importante per diversi motivi: anzitutto, una buona sessione di esercizi di allungamento migliora la flessibilità del nostro corpo e aiuta a prevenire strappi, contratture ed infortuni ai legamenti; inoltre, lo stretching facilita la circolazione sanguigna e ottimizza l'equilibrio, la coordinazione e la postura (quest'ultimo aspetto è fondamentale, specie se si trascorrono molte ore seduti o in posizioni scorrette); infine, contribuisce a migliorare l'umore, allentando lo stress e facendoci sentire più rilassati.
Una sessione di stretching dovrebbe precedere qualsiasi attività di corsa lunga, soprattutto quando ci si appresta a coprire distanze sopra i 5 km e oltre. Saranno sufficienti alcune serie da massimo 30 secondi l'una, senza sforzare troppo le gambe e le braccia. Durante la breve fase di allungamento degli arti non si dovrebbero percepire sensazioni di bruciore (in questo caso è opportuno cessare immediatamente l'esercizio), in quanto lo stretching dovrà essere leggero e mai troppo prolungato.
In questa fase di allungamento si consiglia di liberare la mente e respirare liberamente senza trattenere il fiato: lo stretching ha infatti lo scopo di allentare la tensione sia muscolare che psicologia prima di un evento sportivo. Al termine di una sessione di cinque/dieci minuti dovremo sentirci a nostro agio, energizzati al punto giusto e pronti ad affrontare la performance che ci siamo prefissati.
Si suggerisce inoltre di effettuare dei brevi esercizi di stretching anche alla fine della corsa o dell'allenamento, praticando degli esercizi che potranno interessare il polpaccio, la coscia, gli adduttori e anche i muscoli delle braccia e della schiena. In questo modo, si prepara il corpo al riposo dopo lo sforzo, specie se è stato lungo ed intenso.

 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Mauro Carta / Fitness&Benessere

Effettua il login per lasciare un commento!