Se fuori piove, alleniamoci in casa!

Pioggia, vento e neve invernali sono gli spauracchi del runner e di chi pratica attività fisica all'aperto. Sebbene con il giusto equipaggiamento si possa correre all'esterno anche in caso di basse temperature e alla presenza di elementi atmosferici avversi, nell'evenienza di precipitazioni a carattere intenso questo risulta a volte impossibile. In questo caso si può optare per una sessione di esercizi casalinga.

Pioggia, vento e neve invernali sono gli spauracchi del runner e di chi pratica attività fisica all'aperto. Sebbene con il giusto equipaggiamento si possa correre all'esterno anche in caso di basse temperature e alla presenza di elementi atmosferici avversi, nell'evenienza di precipitazioni a carattere intenso questo risulta a volte impossibile. In questo caso si può optare per una sessione di esercizi casalinga.

2016-2-9-Casa-aSvolgere degli esercizi fisici in una stanza di quattro metri quadri non offre sicuramente ampia libertà di movimento, su questo non ci sono dubbi. Mime Club: nessun dubbio sulla strada del futuro-->

Tuttavia, anche tra le mura domestiche a all'interno di spazi limitati è possibile praticare l'allenamento, quando questo non è reso possibile da condizioni meteo ostili. Ma quali sono le sessioni praticabili dentro casa?
Anzitutto riconosciamo qualche vantaggio del training casalingo: diversamente dalle sessioni esterne, ci si può muovere a ritmo di musica senza dover ricorrere agli auricolari del lettore mp3 portatile, non c'è la necessità di indossare delle calzature, si può disporre di liquidi da bere quando si ha sete e si può usare un tappeto per eseguire dello stretching senza nessun pericolo di sporcarsi.
Al fine di scaldarsi, si può alternare la corsa in strada a quella sul posto: 5 o 10 minuti, possibilmente alzando le ginocchia per rendere l'esercizio più frizzante. Sempre per rendere caldi i muscoli, si possono eseguire degli esercizi di ginnastica saltando sul posto, divaricando le gambe e estendendo le braccia ad ogni salto. Come si potrà notare, si tratta di una serie di movimenti piuttosto faticosi, che si consiglia di affrontare solo dopo un primo warming-up. A seguito di questa prima fase dalla durata di almeno 15 minuti, che può includere anche i classici esercizi di salto con la corda, si può iniziare ad effettuare degli esercizi di allungamento degli arti inferiori e superiori.Lo stretching dovrà durare almeno 5 minuti e dovrà essere eseguito in modo lento, mantenendo le diverse posizioni per un tempo di 30 o 15 secondi. L'allenamento potrà continuare con diverse serie di push-up per le braccia e crunches per gli addominali. Questi ultimi potranno essere resi più difficili poggiando le gambe su una superficie rialzata, come il letto di casa, mentre in assenza di supporti si potranno usare due grossi volumi (come ad esempio i dizionari) sui quali posizionare le mani durante i piegamenti sulle braccia.
Alcuni strumenti potrebbero aiutare a diversificare ed ampliare la gamma di esercizi casalinghi: si può utilizzare uno stepper, per rafforzare a casa i muscoli delle gambe, un tapis roulant per correre tra le mura domestiche, una barra orizzontale da applicare su una porta per eseguire le trazioni.
Sebbene questi esercizi, soprattutto la corsa, non presentino la completezza delle sessioni di fitness che si possono svolgere all'esterno o in un'apposita palestra, il workout domestico ne è pur sempre una valida alternativa e consente di tenersi in forma quando si è impossibilitati ad uscire.

 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Mauro Carta / Fitness&Benessere

Effettua il login per lasciare un commento!