Taipei: un gelato al sapore di maiale, tofu o wasabi?

"Il mondo è bello perché è vario", recita un antico detto; ed è proprio la sua varietà che ci spinge a volerne sempre di più, a saperne sempre di più.

"Il mondo è bello perché è vario", recita un antico detto; ed è proprio la sua varietà che ci spinge a volerne sempre di più, a saperne sempre di più.

L'uomo avverte sin dall'alba dei tempi il bisogno di spingersi oltre i propri limiti, una caparbietà che, nel corso della storia, ha portato a straordinari risultati in tutti gli ambiti.
Delle volte, tuttavia, talune iniziative possono risultare – per i più conservatori - un tantino opinabili. Come dar torto, in effetti, a chi prova ribrezzo anche al solo sentir parlare di "gusto di gelato al sapore di piedi di maiale", o di tofu, wasabi e fagioli rossi?
Un abbinamento che probabilmente non sceglieremmo mai se stessimo cercando di conquistare con il dolce più tradizionale della bella stagione la persona dei nostri sogni.

Eppure Taipei è rinomata, oltre che per essere il centro di commercio, del governo e della cultura di Taiwan – di cui è la capitale - anche per ospitare una gelateria alquanto singolare, alla quale accorrono turisti provenienti da ogni parte del mondo.
Snow King, questo il nome del locale, ha un aspetto decisamente ordinario: i pochi clienti che non conoscono le peculiarità del posto, infatti, rimangono basiti nell'approcciarsi a questa insolita tipologia di realtà. Il proprietario, Kao Ching-feng , spiega alle centinaia di intervistatori, anche improvvisati, che talvolta giungono numerosi gruppi di persone le quali, in accordo tra loro, acquistano gusti diversi affinché possano assaggiarne il più possibile in un giorno solo. MIME Club: passa a una community superlativa-->
E così fioccano ordini al gusto di birra taiwanese, wasabi ed addirittura piedi di maiale.

bigstock-Japan-Ice-Cream-Green-Tea-59034317

Fondatore dell'insolito esercizio commerciale fu il nonno dell'attuale proprietario, Kao Jih-hsing, nonché inventore di molti di questi "sapori alternativi". L'idea, in realtà, nacque dalla necessità di poter accontentare anche i clienti malati di diabete e quelli più anziani, notoriamente legati al sapore della tipica cucina taiwanese.
Jih-hsing è un arzillo ottantaduenne che visita ormai saltuariamente il suo impero, ma che non cessa di essere considerato il punto di riferimento del negozio.

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Federica / Taste

Effettua il login per lasciare un commento!