Alimenti che ci sembrano sani, ma non lo sono.                        

Tra i messaggi pubblicitari e i milioni di blog di salute, non è facile capire ciò che è realmente sano e cosa non lo è.

Tra i messaggi pubblicitari e i milioni di blog di salute, non è facile capire ciò che è realmente sano e cosa non lo è.

2015-01-26-frutta-alimenti-sani-56773658-A

Inoltre, molti di noi sono convinti che tutto ciò che è presente sugli scaffali dei negozi biologici siano più salutari rispetto ai prodotti del supermercato. MIME Club: iscriviti-->
Tutti i prodotti industriali meritano attenzione alle etichette, a prescindere da dove li acquistiamo, e non sempre un costo maggiore corrisponde ad un valore maggiore del prodotto.

Qui presento solo alcuni dei prodotti alimentari comunemente ritenuti salutari grazie al potere del marketing.

1. Sciroppo d'agave

Questo sciroppo è un liquido molto dolce che viene spesso pubblicizzato come una sana alternativa allo zucchero, ma in realtà è altamente trasformato, con il risultato finale di un prodotto privo di vitamine e sali minerali e ricco invece di fruttosio.

2. Soia

Il latte di soia e tofu sono spesso considerati alternative sane di carne e latticini. Gli studi sulla soia sono tanti e contradittori. Riconosco le proprietà degli isoflavoni, ma personalmente consiglio sempre di acquistare solo prodotti certificati non OGM, e di evitarne un uso eccessivo.
Come proteine vegetali, vi consiglio di prediligere lenticchie, fagioli, ceci, quinoa, spirulina, frutta secca e verdure a foglia verde.

3. Succhi di frutta

La maggior parte dei succhi di frutta in commercio è addizionata con zucchero o sciroppo di glucosio. Meglio scegliere prodotti che riportano la dicitura: "100% frutta". In ogni caso, il processo di pastorizzazione a cui vengono sottoposti i prodotti depauperano la frutta di preziosi minerali e vitamine.
Decisamente preferibili i centrifugati fatti in casa, le spremute, i frullati!
I centrifugati consentono di assumere in un solo bicchiere le vitamine e i minerali di molta frutta o verdura, i frullati ne conservano le preziose fibre.

4. Latte

L'argomento a favore di prodotti caseari è quello che sia una buona fonte di calcio. In realtà non è così. Il latte è composto da proteine animali, ha un effetto acidificante sull'organismo. Per bilanciare il pH, il corpo preleva le riserve alcaline, quindi minerali come il calcio dalle ossa. Così dunque, i latticini effettivamente contengono calcio, ma di fatto ne causano la sottrazione dall'organismo stesso più di quanto ne possa introdurre.
Inoltre, non di secondaria importanza, il fatto che il latte sia pieno di antibiotici e ormoni dello stress degli animali in cattività.
Inoltre, è ormai provato da numerosi studi l'effetto infiammatorio che ha la caseina sulla mucosa intestinale.
Perché ci ostiniamo a consumarlo, quando abbiamo delle ottime alternative vegetali?
Provate il formaggio di noci, o di anacardi e il latte a base di mandorle o di cocco, di avena, la canapa, o riso.

5. Barrette

La maggior parte delle barrette energetiche presenti sul mercato, sia quelle proteiche per gli sportivi, che quelle sostitutive del pasto presentano tra gli ingredienti una serie di sostanze dannose per la salute.
Zucchero, sciroppo di glucosio, olio di palma, dolcificanti ed edulcoranti artificiali.
Meglio consumare della frutta secca, come le prugne, le albicocche, i datteri, l'uva sultanina, oppure noci, mandorle e pistacchi.
Per allietare il palato, ma anche la vista, potete preparare voi stessi delle barrette.
Gli ingredienti a disposizione sono tantissimi, basta frullarli, comporli e consumarli quando vogliamo, a colazione, prima dell'attività sportiva, come snack.

6. Creme di verdura

Le vellutate di ortaggi già pronte sono molto pratiche e in alcuni casi le consiglio anch'io a chi non ha mai tempo di cucinare e si abbuffa di salumi e snack.
Fondamentale è la lettura dell'etichetta, perché spesso sono ricche di sale, di glutammato, di olio di palma e addirittura sciroppo di glucosio.
Preferite una vellutata fatta in casa e insaporitela con le spezie, che possiedono proprietà benefiche. Oppure, sì a quelle già pronte, purché abbiano pochi ingredienti e che non siano a lunga conservazione.

 

0 commenti. Aggiungi il tuo!

By Valeria Gonnella / Taste

Effettua il login per lasciare un commento!